Condividi su Google+:

Salsa di soia Tamari senza glutine

Prova ora la salsa di soia Tamari a fermentazione naturale e senza glutine Kikkoman.

Alimentazione priva di glutine

© Deutsche Zöliakie-Gesellschaft e.V.

Un panino appena sfornato per colazione o un’invitante fetta di torta di domenica: rinunciarci è per molti impensabile. Ma per coloro che soffrono di un’intolleranza al glutine (una proteina collosa presente in diversi tipi di cereali), una simile rinuncia appartiene alla quotidianità. Poiché anche piccole quantità di glutine possono essere sufficienti a scatenare nel corpo reazioni come ad esempio forti dolori addominali o crampi. Ma anche senza glutine non si deve rinunciare al gusto. Ti mostriamo a che cosa è meglio fare attenzione e ti diamo alcuni consigli utili per vivere la quotidianità con un’intolleranza al glutine.

Celiachia. Che cos‘è?

La celiachia è il termine medico che indica un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, causata dall’intolleranza al glutine, in parte ereditaria. La sola possibilità terapeutica consiste attualmente in un’alimentazione priva di glutine. Nella maggior parte dei casi, la patologia si presenta per la prima volta in età infantile, ma per alcuni soggetti la celiachia può essere diagnosticata tra i 20 e i 40 anni. I sintomi variano da diarrea a vomito fino a perdita di peso. Per questo, la patologia è spesso difficile da riconoscere, ma può essere tenuta sotto controllo attraverso un’alimentazione priva di glutine. Abbiamo raccolto per te alcuni consigli per fare la spesa nel modo giusto.

Fare la spesa senza glutine

  • Guardati intorno nel mondo del web. Alcuni shop online specializzati nella vendita di prodotti privi di glutine offrono una vera e propria varietà di prodotti e la possibilità di fare acquisti in semplicità.
  • Fai attenzione all‘etichetta. A partire da novembre 2005, i 14 allergeni principali devono essere riportati sulle confezioni degli alimenti. L’obbligo di etichettatura è tuttavia valido solamente per la merce confezionata, e non per quella sciolta. Se uno degli ingredienti riportati sull’etichetta non convince, è meglio lasciare il prodotto sullo scaffale.
  • L’amido contenente glutine deve essere dichiarato esplicitamente. L’indicazione sull’etichetta dell’”amido” e dell’”amido modificato”, conformemente alle disposizioni dell’Unione Europea e a partire dal febbraio del 2000, sono sinonimo di amido privo di glutine.
  • Attenzione agli acquisti all‘estero. Anche se prodotti e marca sono identici, la lista degli ingredienti potrebbe variare. Per questo: osservare attentamente le etichette o chiedere informazioni circa i prodotti per celiaci presenti nel negozio.
  • Non dimenticare che l’immagazzinaggio di prodotti alimentari senza glutine insieme a prodotti contenenti glutine può contaminare i prodotti stessi. È perciò consigliabile conservare e preparare il cibo separatamente. 

Salsa di soia Tamari a fermentazione naturale senza glutine Kikkoman

Per persone che soffrono di un’intolleranza al glutine, Kikkoman ha sviluppato un’apposita salsa di soia. La salsa di soia Tamari a fermentazione naturale e senza glutine porta gusto e cambiamento in un’alimentazione responsabile. E promette a tutti coloro che devono seguire un’alimentazione priva di glutine una varietà di gusto molto più spiccata. Questa salsa viene fermentata senza l’utilizzo di grano, quindi solamente con soia, acqua, sale e alcol, naturalmente senza l’aggiunta di sostanze aromatizzanti e coloranti artificiali. Questa salsa può tuttavia essere utilizzata proprio come la nostra salsa di soia a fermentazione naturale: praticamente ogni piatto può esservi condito e raffinato.