Fonduta giapponese

Conviviali serate tra amici e in famiglia davanti ad un pasto gustoso, all’insegna del relax e della lentezza: tutto questo è intrinseco nel concetto di fonduta! Non solo qui in Europa ma anche in Giappone. Lì la fonduta prende il nome di shabu shabu e viene preparata tradizionalmente con la carne di manzo. Ogni ospite prepara la propria porzione carne immergendola in una pentola con brodo bollente. Dal rumore che genera questo movimento è derivata la denominazione onomatopeica attribuita a questa pietanza. Alla carne si aggiungono vari tipi di cavolo, porro, carote, funghi o noodle udon, anche questi preparati nel brodo. A fine cottura, carne e verdure vengono intinte nella salsa Ponzu o al sesamo e poi assaporate facendole sciogliere in bocca. Il tutto viene generalmente servito con il riso.

Che la serata abbia inizio! Kikkoman vi presenta due straordinarie ricette di cibi tradizionali giapponesi da consumare in compagnia:

Shabu shabu (hot pot giapponese)

Ingredienti per 2 persone:

  • 150 g di carne di manzo tagliata sottile da cuocere
  • 4 funghi shiitake (in alternativa: funghi champignon, funghi ostrica)
  • 150 g Hakusai (cavolo cinese) (in alternativa: verza, bietola)
  • 1/2 mazzetto di spinaci/dente di leone/rucola
  • 1/2 mazzetto di cipollotti (in alternativa: porro)
  • 600 ml di brodo: 1 pezzo di alga marina e 600 ml di acqua (in alternativa: brodo di pesce/carne/vegetale)
  • a piacere: Salsa Ponzu Kikkoman o Condimento al sesamo Kikkoman

Per la salsa di sesamo (fatta in casa):

  • 4 cucchiai di pasta di sesamo o arachidi
  • 2 cucchiai di succo di mela
  • 1-1,5 cucchiai di salsa di soia
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • pepe bianco a piacere

Istruzioni:

Tagliare le fette di carne di manzo a pezzi. Rimuovere i gambi dei funghi shitake e tagliare il resto in stile decorativo. Tagliare il gambo dell’hakusai (cavolo cinese) a strisce di 4-5 cm e le foglie a pezzetti. Tagliare grossolanamente gli spinaci e i cipollotti in obliquo a forma di bastoncini di 5-6 cm. Mescolare gli ingredienti per la salsa di soia. Cuocere il brodo. Cuocere leggermente la carne nel brodo e i restanti ingredienti durante il pasto. Intingere nella salsa di sesamo e nella salsa Ponzu come dip.

Ravanello daikon shabu shabu

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 g di ravanello daikon
  • 150 g di carne di maiale o manzo tagliata sottile da cuocere
  • 40 g di carote
  • 1/2 confezione di noodle shirataki (in alternativa: noodle di riso - cotti morbidi)
  • 1 mazzetto di mizuna (in alternativa: spinaci)
  • a piacere: Salsa Ponzu Kikkoman o Condimento al sesamo Kikkoman

Per il brodo Tsuyu:

  • 2 bicchieri d’acqua
  • 2 bicchieri di brodo di pollo o vegetale
  • 2 cucchiai di Salsa di soia Kikkoman
  • 2 cucchiai di vino bianco (delicato)
  • 1 cucchiaino di zucchero

Istruzioni:

Tagliare il ravanello a strisce sottili lunghe 15 cm. Tagliare la carne di maiale/manzo a fette grandi e sottili, tagliare carota e mizuna (o spinaci tagliati grossolanamente) a strisce lunghe 5 cm. Sblollentare i noodle shirataki (o di riso). Mescolare tutti gli ingredienti per il brodo in una pentola e aggiungere gli ingredienti residui. Condire immergendo e degustando gli ingredienti nella salsa Ponzu o al sesamo.

Cuocere lo shabu shabu all’europea in tutta semplicità a casa

Lo shabu shabu non è popolare solo in Giappone. Si sta gradualmente consolidando come nuova tendenza anche in Europa e viene proposto in sempre più ristoranti. Il luogo più confortevole resta comunque casa propria! Per passare il tempo in compagnia di buoni amici, sorseggiando anche del buon vino. Kikkoman vi presenta con tre straordinarie ricette per uno straordinario shabu shabu in stile europeo. Vi abbiamo stuzzicato l’appetito? Invitate subito amici e familiari e mettetevi all’opera!

Suggerimento di Kikkoman

Con il condimento al sesamo Kikkoman e la serie Ponzu di Kikkoman avrete la salsa dip adatta allo shabu shabu sempre a portata di mano!

Sapevate che...

Il sukiyaki è molto simile allo shabu shabu. Anche in questo caso carne e verdure vengono preparate direttamente nel piatto; tuttavia queste vengono saltate in padella o sbollentate e non cotte nel brodo. Una volta passate nell’uovo sbattuto, finiscono direttamente nel piatto.